stampa-della-tesi-tesilike
News

Word per la stampa della tesi

Come fraternizzare con Word per la stampa della tesi.

Molti studenti incontrano più difficoltà nell’impaginazione della tesi che nella sua stesura, ecco qui alcuni consigli utili!

Il più conosciuto e utilizzato programma di videoscrittura al mondo è sicuramente Word. Almeno una volta nella nostra vita, declinata in tutte le versioni possibili, abbiamo avuto a che fare con la sua intuitiva interfaccia grafica. Ma vi è molta differenza tra lo scrivere un semplice testo e il comporre la stampa della tesi di laurea, vediamo insieme come evitare di combinare disastri.

Impaginare correttamente il proprio scritto può diventare un gioco da ragazzi con alcuni semplici accorgimenti.

Le norme redazionali per la stampa della tesi variano a seconda dell’ateneo, il quale solitamente fornisce tutte le indicazioni necessarie in una apposita pagina di riferimento che deve essere necessariamente consultata.

I suggerimenti che ci verranno dati di norma si muovono su 4 punti principali:

  1. Il tipo di Font, ossia il carattere da preferire;
  2. La grandezza del corpo che è quasi esclusivamente 12 pt (punti tipografici) per il corpo centrale, 10 pt per le note a pié di pagina;
  3. La misura dei margini destro – sinistro e superiore – inferiore;
  4. L’interlinea.

A questi quattro aggiungeremo altri 3 aspetti da non sottovalutare:

  1. L’inserimento del paragrafo;
  2. La giustificazione del testo;
  3. Le note a piè di pagina.

Grandezza e tipo di Font

Suppongo che l’impostazione della grandezza e la scelta della tipologia del carattere non necessiti di grandi spiegazioni. Consiglio solamente di impostare il tutto fin da subito per evitare scomode selezioni che a testo concluso potrebbero andare a comprometterne la formattazione di stampa della tesi.

I margini

Anche la determinazione dei margini rientra fra i primi step da compiere. Come ho già annunciato ogni facoltà propone una propria misura da seguire, ma la procedura per impostarli resta sempre la stessa: digitando Layout dalla barra degli strumenti si accede a un sottomenù a scomparsa, in cui al limite sinistro troveremo l’icona Margini, al suo interno sono descritte una serie di impostazioni già confezionate a seconda delle esigenze insieme alla possibilità di redigere un’impostazione personalizzata.

L’interlinea

Se non si conosce il simbolo difficilmente la si trova a prima vista. Infatti, se ci si sofferma sul menù Home si può notare come esso sia orizzontalmente diviso in sezioni: appunti, carattere, paragrafo e stile. Quello che ci occorre per la nostra stampa della tesi si trova nella section paragrafo prima del famoso secchiello, è un’icona con due freccette speculari, una rivolta verso l’alto e l’altra verso il basso. Selezionandola si potranno vedere le diverse distanze con cui poter applicare l’interlinea.

Il paragrafo

Abbiamo già visto come nel menù Home vi sia un’intera parte dedicata ad esso. Basterà cliccare sull’espansione del riquadro, in basso a sinistra nella sezione, per ottenere tutte le informazioni necessarie per la modifica del paragrafo e l’andamento che vogliamo che assuma nella nostra stampa della tesi.

La giustificazione del testo

Un testo giustificato appare molto più pulito ed ordinato, inoltre più scorrevole nella lettura. Anche in questo caso l’icona è situata nello spazio riservato alla formattazione del paragrafo. Sarebbe saggio giustificare fin da subito il testo per evitare slittamenti indesiderati durante la stesura.

Le note a piè di pagina

Elemento fondamentale ed alleato di qualsiasi studente. Quante volte abbiamo consultato le note di un libro, ma siamo anche in grado di creare di nostre? Innanzitutto, il cursore deve essere posizionato vicino alla parola che desideriamo spiegare o giustificare, poi ci spostiamo sulla dicitura Inserisci nella barra degli strumenti, dove sarà ben evidente il tasto nota a piè di pagina alla cui sinistra potremmo trovare anche la nota di chiusura qualora fosse necessaria.

Adesso siete a conoscenza delle basi per affrontare la vostra missione tesi di laurea!

Articoli correlati