Tesi-online-tesilike
News

tesi online

Conclusa la tesi online, inizio del panico totale.

4 abitudini per stimolare la memorizzazione per la nostra tesi online.

Avete concluso la stesura della vostra tesi online, ma adesso siete terrorizzati all’idea di doverla discutere? State tranquilli, normale routine del laureando. Tutti a modo nostro ci siamo passati, l’ansia è una delle fasi obbligatorie per il raggiungimento della laurea.

Essa è preceduta da quella placida sensazione di soddisfazione una volta ultimate tutte le varie parti dell’elaborato, quando non si fa altro che passare dall’indice alla sitografia scrollano compiaciuti l’abbozzo della tesi online.

Poi, vi è l’epifania: nell’istante esatto in cui leggiamo per l’ennesima volta l’introduzione realizziamo che la discussione è ormai alle porte ed è qui che si passa al panico.

La prima domanda che salta alla mente è: “mi ricorderò tutto? Non voglio fare una figuraccia davanti ai miei amici o ancora peggio ai miei genitori.”

In effetti, la memoria può giocare brutti scherzi quando si è sottopressione, ma si può evitare che questo accada tenendo la vostra mente in costante allenamento.

Infatti, non basta solo ripetere il discorsetto che certamente vi sarete preparati per la discussione, occorre rivedere un po’ tutti i punti salienti della tesi per essere pronti a rispondere a qualsiasi tipo di domanda.

In un secondo, le nozioni da sapere si sono moltiplicate e con loro anche la vostra ansia da prestazione: “mi sono dovuto appuntare tutti i siti che ho utilizzato per inserirli correttamente nella tesi online prima di mandarla in stampa, quindi, figuriamoci se mi ricordo 90 pagine a memoria”.

Se vi state dicendo queste cose, smettete subito! Innanzitutto, non serve a nulla imparare a memoria e secondo, si tratta solo di allenare quest’ultima a ricordare meglio i concetti chiave.

 

                                      Leggi anche il nostro articolo su stampa tesi a distanza

 

“Quindi, come posso fare?” vi starete chiedendo, adesso. Esistono moltissimi modi per tenere attiva la memoria, vediamone insieme alcuni.

Tesi-online-tesilike-memoria

Modi per stimolare la memoria per aiutarvi con la stampa tesi online:

  1. Come è andata la giornata?

Quante volte arrivati a fine giornata vi siete sentiti rivolgere questa domanda e altrettante volte la vostra risposta è stata vaga o esageratamente concisa proprio perché stanchi da tutto il tran tran giornaliero?

Ecco, avete perso innumerevoli occasioni per allenare le vostre meningi. Infatti, è stato confermato che ripercorrere gli eventi vissuti, come appunto una giornata, aiuti a stimolare la memoria a breve termine, ovvero quella che vi fa ricordare che cosa avete mangiato a pranzo. Inoltre, per rendere più efficace il vostro allenamento si suggerisce di raccontare la vostra giornata a tre persone diverse. Così facendo non solo migliorereste le vostre capacità mnemoniche, ma anche di sintesi.

  1. Giochi di Parole

Spesso è un’attività riservata al periodo estivo o alle vacanze in generale, ma le parole crociate sono, in verità, un tocca sana per il cervello. Difatti, aiutano a ripescare nozioni passate e a stimolare il linguaggio tramite il completamento delle parole. Quindi, perché non promuoverle a pratica di tutti i giorni.

  1. Gioca con i numeri

Se, invece, siete appassionati di numeri e soprattutto di giochi come il sudoku, a vostra insaputa state già sviluppando una memoria da elefante. I giochi numerici, infatti, sono noti stimolatori mnemonici in quanto favoriscono la concentrazione e contribuiscono ad eliminare la pigrizia mentale. Pertanto, fareste bene ad introdurre anche loro fra le vostre abitudini quotidiane.

  1. Gioca a Scacchi

I giochi di strategia in generale stimolano la memoria a lungo termine. Fra questi si distinguono sicuramente il gioco degli scacchi e il Go, anch’esso un gioco da tavolo strategico di origine cinese. Entrambi, con il loro insieme di regole e modelli, sono in grado di infondere nei propri giocatori astuzia, ingegno ed elasticità mentale.

Dopo averi lasciato qualche trucchetto per poter affrontare la stampa tesi al meglio, vi consigliamo di leggere anche altri nostri articoli li trovi nella sezione News.

Articoli correlati