Laurea-TesiLike
Blog

Laurea

Dalla Redazione della Tesi alla Seduta di Laurea (in SOLI 4 Step)!

Ciao e benvenuto!

Ci siamo, ce l’hai quasi fatta, stai per finire il percorso universitario che ti porterà all’obiettivo tanto desiderato, la laurea.

 

Come prepararsi al meglio, senza stress e perdite di tempo? Segui questi 4 Step:

1) Scegli il Relatore
2) Scegli la Tipologia di Tesi
2) Prepara il Progetto Tesi
3) Crea la Presentazione della Tesi di Laurea

Vediamo nel dettaglio questi 4 passaggi:

1) Scegli il Relatore

Iniziamo con il dire che la scelta del relatore è strettamente connessa alla scelta della materia. Di conseguenza, una volta che hai scelto il relatore, dovrai realizzare la tesi su un argomento della materia che insegna il docente scelto.

Un suggerimento che possiamo darti, nella scelta del relatore, è quello di non considerare esclusivamente la materia che ti è piaciuta di più, ma di scegliere il professore, tenendo conto di alcuni aspetti:

  • Disponibilità
    Scegli un relatore che sia facilmente reperibile sia di presenza, sia telefonicamente, sia via email.
  • Punti
    Nella scelta del relatore, prendi in considerazione chi è disposto a darti il massimo dei punti, così da avere un voto di laurea alto. Informati con i colleghi che si sono laureati prima di te.
  • Possibilità future
    Ti suggeriamo di scegliere un relatore che possa offrirti opportunità lavorative post-laurea:

progetti di ricerca, tirocini presso imprese / enti.
Se uno dei tuoi professori può aprirti nuove porte nel mondo lavorativo perché magari può inserirti in un suo progetto di ricerca o ha agganci con imprese o enti, allora non esitare a sceglierlo.

 

2) Scegli la Tipologia di Tesi

Passo successivo alla scelta del relatore, è la scelta della tipologia di tesi:

 

Compilativa o Sperimentale?

Quale scegliere? Vediamo le differenze in termini di Contenuti, Tempistiche e Voto.

 

  • Contenuti
    La tesi compilativa è una tesi principalmente “descrittiva” in cui potrai elaborare analisi, studi e ricerche già esistenti.La tesi sperimentale ha, invece, ad oggetto un’analisi da te effettuata. Sei tu l’autore di uno specifico esperimento o ricerca.
  • Tempistiche
    La redazione di una tesi compilativa non richiede tempi particolarmente lunghi. Considera che ci vorrà minimo 3 mesi, massimo 6 mesi.

    Una tesi sperimentale richiede più tempo e più impegno, dai 6 mesi ad 1 anno circa.
  • Voto
    Probabilmente con una tesi sperimentale, potrai ottenere un punteggio più elevato semplicemente perché è un lavoro più complesso che ha richiesto più impegno.


Tuttavia, anche una tesi compilativa potrà farti ottenere il massimo dei voti.

In sintesi, se vuoi laurearti subito, va benissimo una tesi compilativa, se, invece, ci tieni a realizzare una tua analisi, indipendentemente dal tempo impiegato sicuramente dovrai optare per una tesi sperimentale.

 

3) Prepara il Progetto Tesi

Innanzitutto che cos’è un Progetto Tesi? E’ una traccia della tua tesi, una sorta di “scaletta” che ti aiuterà a scrivere il tuo elaborato. Redigere un Progetto Tesi è indispensabile, probabilmente sarà il tuo relatore a chiederti di presentarne uno o più di uno.

Vediamo da quanti e quali elementi è composto il progetto tesi:

  • Titolo
    In una prima fase va bene un titolo “generico” che rappresenti l’argomento scelto. Lo perfezionerai man mano che scriverai la tesi.
  • Obiettivi
    Il tuo progetto tesi deve contenere gli obiettivi, nonché finalità del tuo elaborato. In altre parole, i risultati che vuoi raggiungere con il tuo lavoro di tesi.
  • Descrizione

Un progetto tesi che si rispetti deve contenere una presentazione della tesi, una sorta di introduzione che descriva i contenuti trattati.

  • Indice

Il progetto tesi deve contenere una suddivisione in capitoli, paragrafi e sottoparagrafi, in altre parole una traccia degli argomenti che vuoi trattare.

 

Non hai nessuna idea sull’argomento di tesi? Scopri qui 27 Idee di Tesi.

 

4) Crea la Presentazione della Tesi di Laurea

La presentazione, in Power Point, della Tesi di Laurea è davvero importante in quanto consente a chi ti ascolta di seguirti e al tempo stesso rappresenta una traccia per la tua discussione tesi.

 

 

Leggi anche il nostro articolo su Quante tesi devo stampare per la mia laurea?

 

 

Come realizzare le slide di presentazione?

 

Potresti strutturarle nel seguente modo:

 

  • Frontespizio (con Logo, Nome Università, Corso di Laurea, Nome e Cognome, Titolo della Tesi, Nome e cognome Relatore, Anno accademico);
  • Introduzione;
  • Argomenti più importanti di ciascun capitolo;
  • Conclusioni / Risultati raggiunti;
  • Ringraziamenti finali (Es. “Grazie per l’attenzione”).

 

 

Passiamo alla quantità di slide da realizzare.
Vanno bene 10/12 slide esclusi frontespizio e ringraziamenti finali, anche perché considera che l’esposizione della tesi dura tra i 5 e i 7 minuti; quindi devi essere in grado di sintetizzare, ma allo stesso tempo di esporre gli argomenti più importanti.

 

Parliamo adesso di contenuti.
Inserisci principalmente parole chiave, dunque poco testo, sii schematico e aggiungi grafici, tabelle ed immagini, sicuramente più efficaci.

 

Utilizza poi un carattere semplice e leggibile (Es. Arial, Verdana, Calibri, Times New Roman) e scegli uno sfondo “neutro”, preferibilmente di colore bianco.

Scopri qui 50 Power Point Pronti all’Uso.

Infine, non dimenticare di stampare la tua tesi.

Puoi farlo direttamente online, con spedizioni in 24 ore.
Zero pensieri, ottima qualità e tesi adatta alle tue esigenze.

Scopri le nostre proposte qui.

 

E per oggi è tutto.
A che punto sei arrivato con la stesura della tesi di laurea? Quali difficoltà stai riscontrando?
Scrivici per mail o whatsapp

In bocca al lupo e alla prossima!

Articoli correlati