Copertina-tesi-classica-verde-oro-laterale-tesilike
Tesilike racconta

Copertina tesi verde

Perché fare la copertina della tesi verde?

La vera risposta è: “perché non realizzare una copertina della tesi verde?

Il verde è il colore della speranza e chi non ne ha bisogno il giorno della propria discussione di laurea?

Infatti, la rilegatura della tesi di laurea non può essere lasciata al caso, ogni cosa quel giorno deve essere perfetta.

Nessuno vuole che le foto ricordo della sua laurea siano rovinate da una tesina che non ci rispecchia. Perché abbiamo preferito scegliere qualcosa di convenzionale, invece, di seguire il nostro istinto.

Dopo mesi di lavoro ci meritiamo una copertina della tesi verde, se è questo che desideriamo.

Tralasciando le tradizionali associazioni universitarie fra colore e facoltà, il verde è il colore che per eccellenza simboleggia la natura in tutta la sua forza e instabilità.

Esso è considerato l’emblema del rinnovamento e del mutamento, non a caso sono diverse le espressioni che hanno inglobato nel tempo questo colore: gli anni verdi, il tavolo verde.

 

 

Leggi anche il nostro articolo su Quante tesi devo stampare per la mia laurea?

 

 

Storia del colore verde

Nonostante, il verde domini di fatto il panorama di quasi tutti i posti del mondo, in realtà,  per molto tempo non venne quasi mai considerato, forse, proprio a causa della sua ridondanza.

Si dovrà attendere l’età ellenistica perché questo splendido colore ottenga un nome, la cui traduzione letterale è “il colore del porro”, non proprio lusinghiera.

Saranno, difatti, gli inventori del blu, ovvero gli Egizi, a attribuirgli un vero valore.

Quest’ultimi lo utilizzavano già da diversi anni sempre con accezione positiva: verde era il colore del papiro, della natura ed era simbolo di rigenerazione, spesso associato al dio Ptah ,il Grande Creatore, colui che aveva portato l’ordine nel caos primordiale del un mondo acquatico.

Infine anche il Dio Osiride era chiamato “Il Grande Verde”, il dio rinasce dopo la morte e per questo erano considerati di buon auspicio tutti gli oggetti e le pietre di verde tinte.

Dunque, optare per la realizzazione di una copertina della tesi verde, non significherebbe solo assecondare i propri desideri, ma non rinnegare nuovamente un colore che per l’uomo ha fatto così tanto.

In aggiunta, si avrebbe, un certo senso anche una benedizione divina. Meglio di così?!

 

Come ottenere una copertina della tesi verde.

Ora, che siamo decisi a fare la tesina dei nostri sogni, non ci resta che cercare qualcuno che la renda realtà.

Questo qualcuno è una piccola copisteria di Ferrara, il suo nome è Tesilike.

Tesilike ha fatto della stampa a distanza una vera e propria filosofia che consente ai laureandi di tutta Italia di usufruire di un prodotto di qualità senza doversi muovere da casa.

Infatti, offre una velocissima spedizione a domicilio in sole 24h dall’ordinazione.

Volete sapere come ordinare?

Basta, scegliere la copertina della tesi che più ci piace e posso garantire che la decisione non sarà facile.

Le tipologie di rilegature su Tesilike sono davvero tantissime: dalla classica in similpelle rigida, alla flessibile morbida sempre in similpelle, avremo l’imbarazzo della scelta.

Tutte disponibili in diverse tonalità di verde a seconda del materiale che viene usato per la tesi.

Una volta scelta la tesina la personalizzeremo inserendo il nostro frontespizio, il numero delle pagine a colori, il tipo di stampa…ecc.

Ovviamente, una tesina non è una tesina senza un vero contenuto, per questo dovremo caricare il nostro file in formato PDF, ossia l’unico formato in grado di garantire un livello di stampa alto, soprattutto se la nostra tesina è piena di immagini.

L’ultimo passo riguarda i dati di consegna e del pagamento.

Prestiamo attenzione ad inserire tutte le informazioni correttamente, non vogliamo che il nostro lavoro arrivi a qualcun altro.

Ecco, in pochi minuti la nostra tesina con la copertina verde sarà in viaggio verso la nostra dimora.

Quindi, se stiamo pensando di realizzare una tesi fuori dagli schemi, magari, con la copertina della tesi verde, perché non farlo? Ora, che sappiamo anche come farla, non abbiamo davvero scuse.

 

STAMPA TESI