Copertina-tesi-morbida-particolare-blu-tesilike
Blog

Copertina tesi blu

Copertina della tesi blu. Non solo per gli studenti di giurisprudenza!

Alla domanda: “qual è il tuo colore preferito?”, rispondete subito: “Il blu?”. Allora, perché non realizzare la copertina della vostra tesi blu?

“Non mi laureo in giurisprudenza”, oppure: “Non è professionale!”,  “Mi prenderebbero tutti in giro!”.

Queste sono solo alcune delle risposte al perché mai uno non dovrebbe realizzare la propria tesi di laurea del colore che desidera.

Infatti, molti futuri laureandi sono davvero convinti che la scelta di un determinato materiale associato ad un determinato colore faccia davvero la differenza.

Sicuramente, l’abito fa più il monaco di quanto lo si pensi, ma questo non deve spingervi a reprimere la vostra personalità, soprattutto nel vostro giorno speciale, dove dovreste dare totale sfoggio di voi stessi sotto ogni punto di vista anche quello della tesina.

Quindi, se vi piace un tipo di rilegatura tesi o un particolare colore perché rinunciarvi?

Scegliere una copertina della tesi blu non vi farà ottenere un punteggio minore rispetto a chi l’ha fatta rosso scuro!

 

 

Leggi anche il nostro articolo sulla Spedizione tesi in 24h

 

 

 

Copertina della tesi blu o rossa?

In realtà, in uno scontro tra il colore della copertina tesi blu e rosso, il colore blu avrebbe sicuramente la meglio, questo perché, come molti psicologi sostengono, dovrebbe avere effetti calmanti sulla persona, inducendo sensazioni di relax e tranquillità.

Difatti, le sue tonalità fredde richiamano due elementi naturali che da sempre suscitano estremo fascino nell’uomo, ossia il cielo e il mare.

Chi non si è mai perso a guardare l’orizzonte dove cielo e acqua si incontrano? Allora, perché allo stesso modo uno non potrebbe smarrirsi nell’osservare una copertina della tesi blu cobalto?

Pensate che questo colore discende persino dagli antichi egizi, i quali tra i vari primati hanno anche quello di aver inventato il colore blu.

Il cosiddetto Blu egizio, infatti, fu il primo pigmento sintetico ad essere creato.

Tratto da una mistura di calcare macinato mescolato con sabbia e un minerale composto di rame accuratamente riscaldata ad alte temperature, il blu veniva utilizzato per dipingere statue, porcellane e persino per decorare le tombe dei faraoni.

La tecnica di produzione del Blu egizio rimase molto popolare fino alla fine del periodo greco-romano, quando nacquero nuovi metodi di produzione.

Dunque, sfoggiare una copertina della tesi blu significherebbe non solo rispettare le proprie inclinazioni, ma anche omaggiare una colorazione vecchia di secoli.

Inoltre, le nobili origini del colore della copertina tesi blu spalancano le porte anche agli studenti non laureandi in giurisprudenza!

 

Il blu sta bene su tutto?

Il quesito sorge spontaneo: “se decido di realizzare la copertina della tesi blu, che tipo di materiale scelgo?”.

Tranquilli, il blu è un colore davvero unico, le cui nuance stanno davvero bene con moltissimi tipi di rilegatura tesi.

Dalla classica in similpelle liscia, la cui trama accentuerebbe ancora di più la profondità del colore, alla morbida sempre in similpelle, la quale donerebbe un tocco di allegria, rendendo il blu più acceso e vivace.

Anche la rilegatura tesi in cartoncino blu ha il suo perché: pratico e semplice restituisce una certa professionalità ed eleganza al lavoro.

Per non dimenticare la copertina flessibile, disponibile sia liscia che morbida. Su di essa il colore blu sarà più splendido che mai e sicuramente non passerete inosservati.

Insomma, non c’è nessun limite a mandare in stampa la tesi di laurea dei propri sogni, quindi, non iniziate a metterlo voi.

Sbizzarritevi!

 

STAMPA TESI