Copertina-della-tesi-TesiLike
Blog

Copertina della tesi

Frontespizio e copertina della tesi

La copertina della tesi costituisce il tuo biglietto da visita. È la prima cosa che la commissione noterà il giorno della tua discussione (sempre che tu non sia vestito in modo appariscente).

La copertina della tesi di laurea diventerà parte dei tuoi ricordi più belli legati alla proclamazione: verrà immortalata con te stretto in mezzo ad amici e parenti.

La copertina della tua tesina sarà un cimelio che occuperà un posto nella tua libreria, un oggetto che mostrerai ai tuoi figli e ai tuoi nipoti.

La tesi di laurea e la sua copertina sono molto di più di quello che appaiono.

Per tutti questi motivi realizzare una copertina che rispecchi i tuoi gusti e che sia correttamente compilata, non è una questione da sottovalutare.

Sentirsi inesperti per quel che riguarda la stesura della copertina e quindi, del frontespizio è una sensazione del tutto normale.

D’altronde nessuno in tre anni, se si tratta di laurea triennale, o in cinque anni di studio, se invece, sei giunto alla laurea magistrale, ti ha mai insegnato come si costruisce una copertina della tesi.

Infatti, a prescindere che si tratti della copertina per la laurea triennale o magistrale, questa deve presentare determinate caratteristiche non possono essere dimenticate.

Vediamo, dunque, come realizzare una copertina che sia piacevole alla vista e anche corretta.

 

Leggi anche il nostro articolo su Come impaginare la tesi di laurea

 

Cos’è la copertina della tesina

Innanzitutto, partiamo con il definire di cosa stiamo parlando. La copertina della tesi di laurea consiste in quella che in gergo editoriale viene chiamata: prima di copertina, ossia nel rivestimento che racchiude il contenuto del progetto finale.

Per quanto riguarda la tesi di laurea, la copertina coincide con il frontespizio, presentandone gli stessi elementi ed impaginazione.

Questo perché la tesi è un documento ufficiale e come tale deve rientrare all’interno di determinati standard ministeriali ed accademici.

 

Cosa scrivere nella copertina della tesi

Arriviamo nel vivo del discorso: che cosa scrivere nella copertina!

Una copertina di una tesina qualunque dovrebbe contenere tutte le informazioni riguardanti il contenuto dell’opera, come: il nome dell’autore, data di pubblicazione, titolo…ecc.

Allo stesso modo, la copertina di una tesi di laurea sia triennale che magistrale prevede:

  • Il logo della facoltà se ammesso;
  • Il nome della facoltà, possibilmente centrato e grande dai 18-20 pt;
  • Il corso di laurea, 14-16 pt e posto al centro;
  • Il titolo della tesi, anch’esso centrato, in questo il testo deve essere di circa 18 pt;
  • Nomi e cognomi del relatore, controrelatore, correlatore se presente, tutti in basso a sinistra in 14 pt;
  • Il nome e cognome del candidato, in basso a destra alla stessa altezza degli altri nomi, in 14 pt;
  • Appello di laurea e anno accademico, in basso al centro, in 14 pt.

I punti tipografici in questo caso sono solo indicativi, ma sarebbe meglio utilizzare una grandezza che risulti il più leggibile possibile.

Il font utilizzato solitamente è il Times New Romans, anche se, in verità, ogni facoltà predilige e suggerisce un proprio tipo di carattere.

 

Esempio di copertina della tesi

In caso non fossimo stati abbastanza esaustivi, eccoti un bel fac-simile di come dovrebbe presentarsi una corretta copertina della tesi di laurea:

 

Esempio-frontespizio-tesi

 

STAMPA TESI