Che-programma-usare-per-scrivere-la-tesi-Tesilike
Blog

Che programma usare per scrivere la tesi

Se redigere la tesi di laurea è senza dubbio il momento più atteso dagli universitari. Dopo anni di duro lavoro, vedere nelle proprie mani il risultato di tanto impegno è senza dubbio uno dei momenti più gratificanti della propria vita. Certo, scriverla richiede molto tempo! Ti consigliamo quindi di iniziare il prima possibile per evitare di ritardare nella consegna. Per aiutarti, in questa guida ti spieghiamo passo dopo passo quello che devi fare per strutturare e scrivere la tesi e quale programma usare per scrivere la tesi.

 

Come scrivere e strutturare la tesi

Ogni studente nel momento in cui inizia a scrivere la tesi prova emozioni indescrivibili. Paura mista a gioia e tanti dubbi: Come scriverla? Come impaginarla? Come e dove stamparla? Sono tutte domande lecite, soprattutto se è la prima volta che ci si trova di fronte ad un compito così importante, in cui si mettono a frutto tutte le conoscenze imparate durante il triennio, la magistrale o il dottorato.

Prima di iniziare a svelarti tutti i consigli su come scrivere e strutturare la tesi e quale programma usare per scrivere la tesi, dobbiamo fare una doverosa premessa: ogni università ha le proprie regole. Quindi, conviene informarsi bene prima di scrivere e stampare la tua tesi. Non aver paura di chiedere in segreteria tutte le informazioni e tutti i dettagli per non sbagliare, specialmente per quanto riguarda le regole di formattazione. Una volta che ti sarà tutto chiaro e avrai avviato o finito la scrittura del testo, sarà il momento di occuparti della parte di impaginazione, partendo dalla copertina. Iniziamo subito con tutti i consigli per non sbagliare durante la stesura e l’invio di questo importantissimo documento.

 

Frontespizio o copertina della tesi

La copertina è il cosiddetto “biglietto da visita” del vostro operato. Riporta canonicamente 5 cose:

1) Il logo dell’università
2) Il titolo
3) Il tuo nome e cognome
4) L’anno accademico
5) Il nome del relatore o correlatore (che non sempre è presente)

Per realizzare una buona copertina, assicurati che il titolo sia scritto in modo corretto, e che il logo sia in alta definizione. Solo così il risultato sarà qualitativamente alto e di bella presenza.

 

 

Leggi anche il nostro articolo su stampa tesionline

 

 

Indice, come scriverlo

Alcuni lo chiamano sommario, altri più semplicemente “indice dei contenuti”. È una delle parti più importanti di una tesi, specialmente se sei all’inizio della scrittura. Cosa deve contenere? È molto semplice:

– Titoli dei capitoli
– Titoli dei sottocapitoli
– Numero di pagina

Non dimenticare che di questi fanno parte anche l’introduzione, le conclusioni e i ringraziamenti, pagina che affrontiamo proprio qui di seguito.

 

Ringraziamenti

Chi ringraziare nella tesi? Ma soprattutto, come strutturare la pagina dei ringraziamenti? In realtà questa parte è facilissima. Le persone che vuoi nominare sono totalmente a tua discrezione. Solitamente, si ringrazia la famiglia per il sostegno agli studi, o ancora, si ringraziano amici e professori. A livello di impaginazione, anche questo foglio è abbastanza libero. Non dilungatevi troppo e cercate di formulare frasi concise ma dirette: l’importante è che siate sinceri e che sia una pagina per voi emozionante.

 

Indicazioni bibliografiche

La bibliografia è forse la parte più temuta dagli studenti. Numeri, titoli di libri e codici apparentemente difficili rappresentano spesso l’incubo dei laureandi. Non bisogna avere paura, basta aver fatto un buon lavoro sin da subito, segnando l’origine delle citazioni e delle argomentazioni da cui avete tratto spunto. Solitamente si scrive questa parte come una sorta di elenco e, ricordate: siate precisi, ne va del vostro voto di laurea!

 

Rilettura e correzione

Anche se apparentemente vi sembrerà di aver fatto un buon lavoro, non esitate a tornare indietro e ricontrollare tutti i paragrafi: gli errori di grammatica e di ortografia non sono di certo ben visti in un elaborato universitario! Per questo motivo è sempre necessario leggere e rileggere ogni capitolo, correggendo i refusi e le frasi che non sembrano troppo chiare. Mettetevi sempre nei panni del lettore: deve capire il prima possibile quello di cui state parlando, specialmente se la tesi è teorica.

 

Stampa tesi: impaginazione e conversione da Word a PDF

Un altro aspetto fondamentale per un lavoro degno di nota è proprio lo step della stampa tesi online. Con siti come tesilike.it, potete ricevere in modo velocissimo la vostra tesi in pochissimo tempo, scegliendo in autonomia tutti gli aspetti estetici: colore, indicazione sull’impaginazione e altri dettagli. Se avete scritto il testo in Word, ricordate che per stamparla correttamente, dovete mandarla in formato PDF nella pagina del caricamento del documento. In questo modo, Tesilike.it potrà procedere nella stampa senza alcun problema! Non sai come convertire da Word in PDF? Nessun problema, ti aiutiamo noi!

Per redigere la tua tesi, il più comune ed efficiente dei programmi è Microsoft Word: parte del pacchetto Office, questo strumento offre avanzate funzionalità di formattazione testuale, inserimento immagini, e la creazione di indici e pdf automatici. La conversione del tuo documento Word in PDF? Semplicissima, grazie alla funzione integrata di Word:

– Apri, anzitutto, il documento Word da convertire.
– Nell’angolo alto a sinistra, troverai e cliccherai il pulsante “File”.
– Dal menu laterale che apparirà, “Esporta” è l’opzione da selezionare.
– Procedi poi cliccando su “Crea PDF/XPS”, seguendo le istruzioni per salvare il documento nel formato PDF.

Esistono, in alternativa, strumenti online gratuiti come “I Love PDF”. Questi permettono di convertire i documenti Word in PDF con estrema facilità: carica i tuoi documenti direttamente dal computer o da servizi cloud come Google Drive o Dropbox e, con un click, convertili in PDF.

Eccoti qui spiegato quale programma usare per scrivere la tesi, ora manca l’ultimo passaggio la stampa della tesi stessa.

Una volta inviato a tesilike.it o caricato l’ordine tramite il sito web, non ti resta che aspettare solo 24 ore per ricevere direttamente a casa tua l’ordine, con tutte le copie che hai ordinato. Grazie alla velocità del servizio, sempre più studenti scelgono questa metodologia: niente più code in tipografia, niente più attese infinite e perdite di tempo in giro per la città nell’attesa della stampa. Con un servizio di stampa tesi online risparmi il tuo tempo e scegli comodamente tutte le caratteristiche estetiche della tesi, senza fretta e senza orari. Quando hai inviato il documento, non devi più preoccuparti di niente e puoi concentrarti solo sulla soddisfazione del fatidico giorno di laurea!

 

STAMPA TESI